Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.

Andar per sentieri 2017 - Serrara-S.Angelo-Succhivo

Days
Hours
Minutes
Seconds
In Programma: Gio 11 Maggio 2017 alle Ore 15:30 - Fino alle Ore 19:30

Durata: 4 h
Difficoltà: T
Sviluppo del percorso: 4 km
Dislivello in discesa: 350m
Dislivello in salita: 100m
Quota massima: 400m
Partenza: Belvedere di Serrara (Piazza Pietro Paolo Iacono) ore 15:30
Arrivo: Succhivo
Percorso: Piazza di Serrara Fontana, scale di via Sant’Angelo, Fumarole, Sant’Angelo, Succhivo
Equipaggiamento: scarpe ed abbigliamento da trekking, acqua.
Orario e luogo di di incontro: ore XX:00 - Belvedere di Serrara (Piazza Pietro Paolo Iacono)

Descrizione
Il percorso si snoda attraverso le antiche mulattiere di Serrara, Sant’Angelo, Succhivo e Panza.
Fino a qualche decennio fa, era ancora possibile incontrare all’imbrunire decine di asini e muli che ritornavano nelle stalle di “Mer’ e Copp” (il nome tradizionale di Serrara - ed in generale della parte montana dell’isola - dal greco “méros”=parte e, dal dialetto napoletano “n’copp”=sopra, in alto).
Partenza dalla bella piazza di Serrara delimitata dal settecentesco Palazzo Iacono e dalla chiesa di S.Maria del Carmine.
Il belvedere di Serrara è di certo uno dei più panoramici dell’isola e può regalare una meravigliosa vista della penisola sorrentina, dei Monti Lattari e dell’isola di Capri. Da qui inoltre si riesce a scorgere in basso il borgo di Sant’Angelo, il duomo vulcanico omonimo e la piana di Succhivo, struttura geologica delimitata da faglie e ricca di acque termali.
Il percorso comincia dalla stradina di epoca medioevale che passa attraverso l’abitato, ma che dopo un po’ si apre offrendo una vista meravigliosa. A questo punto comincia la discesa su una comoda scalinata che taglia letteralmente la roccia e che è immersa nella vegetazione a macchia mediterranea della zona. Da qui è possibile osservare il cratere “Cava Petrella”, un profondo inghiottitoio originatosi da due eventi vulcanici distinti e ben riconoscibili dagli strati rocciosi presenti.
Il percorso prosegue per la parte alta del borgo di Sant’Angelo, in una località un tempo chiamata Mer’ Sarak in ricordo di una leggenda legata alle incursioni dei pirati moreschi. Si arriva in prossimità della spiaggia dei Maronti, nella zona delle “fumarole”, dove la sabbia arriva a sfiorare temperature di circa 100°C.
Qui, tolte le scarpe e arrotolati i pantaloni, si sale sui caratteristici “Taxi Boat” che effettueranno il trasferimento presso il caratteristico ed affascinante borgo di Sant’Angelo, isola pedonale dove il tempo pare trascorrere con maggiore lentezza seguendo i tipici ritmi rilassati delle isole del Mediterraneo. Seguendo l’antica mulattiera comincia la salita che conduce al punto di arrivo della passeggiata: Succhivo. In questo piccolo borgo, circondati da vigneti ed agrumeti, si farà sosta in una delle tipiche cantine per un assaggio di prodotti tipici.


Tickets cart

Il carrello vuoto.

Eventi ad Ischia

Prossimi eventi ad Ischia

­