Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.

Giardini Ravino - New York ’70. Il POP ad Ischia

Giardini Ravino - New York ’70. Il POP ad Ischia

In Programma: Lun 16 Luglio 2018 alle Ore 09:00 - Fino alle Ore 21:00

Luogo Giardini Ravino

Postato da Giardini Ravino

info@ravino.it

081 997783

http://www.ravino.it

Categorie: Mostre

Tags: giardini ravino

Visite: 636


New York ’70. Il POP ad Ischia.
Conosco Quincy Jones per aver ballato sui ritmi delle sue produzioni negli anni 70 e poi con Thriller e Bad e tanto altro ancora.
Conosco Truman Capote per aver letto colazione da Tiffany, per aver visto il film tratto dal suo libro, ma soprattutto per aver passato , tra il 78 e l’80, molte serate all’Easy Going, di Roma, immaginando di stare allo Studio 54 di New York, di cui il locale romano era la mitica versione “nostrana” e nel quale si respirava la stessa “aria spensierata ” della Grande Mela,nelle cui serate imperversava il drammaturgo americano come un matador.
Entrambi hanno segnato il “passaggio della modernità” e, meno prosaicamente, hanno condotto a quell’edonismo nato agli inizi degli anni ’80 sulle ceneri del allimento sessantottino, e post sessantottino italiano, che scatenò quella rivoluzione al contrario fatta di divertimento, sballo e nichilismo.
E dove il Pop era la cultura dominante.
La Mostra di B.Zarro celebra, ad Ischia, i due personaggi che , più di tanti altri, hanno contribuito alla diffusione della cultura Pop su quest’altra sponda dell’Oceano: Truman Capote per aver scritto i suoi “Diari di Viaggio” in una lunga sosta ad Ischia, Quincy Jones per aver portato la musica Pop a diffondersi , nel bacino mediterraneo, come un “canto di sirena”. Del quale le nostre vite sono intrise. Come un pilastro della contemporaneità.