Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.

Andar per sentieri 2016 Panza tra storia e natura

Days
Hours
Minutes
Seconds
In Programma: Mer 27 Aprile 2016 alle Ore 09:30 - Fino alle Ore 12:30

Durata: 3 h circa
Difficoltà: T/E
Dislivello in salita: 100 m
Dislivello in discesa:  100 m
Quota massima: circa 200 m
Sviluppo del percorso: circa 4 Km
Partenza: Panza (Panza sede della Pro Loco) ore 09.30
Arrivo: Panza (Panza sede della Pro Loco)
Percorso: Panza (Panza sede della Pro Loco), centro di Panza , Sorgeto, Baia della Pelara, Monte di Panza, Panza (parcheggio Cenerentola)
Equipaggiamento: scarpe ed abbigliamento da trekking, acqua.

Descrizione del percorso
Partenza dalla sede della Pro Loco di  Panza, dove attraverso una strada, che percorre il centro della frazione ci si avvia, attraverso un sentiero che passa per un fitto boschetto di lecci ed eriche, alla sommità della baia della Pelara,  regevole  geosito, da dove si gode di una vista mozzafiato; La discesa è introdotta da una ripida gradinata con scalini in legno intagliati nel tufo che portano ad una parete stratificata di pomici, ceneri e lapilli. Da qui il sentiero si snoda attraverso un rigoglioso boschetto di quercie e lecci, ma ritroviamo anche specie tipiche della macchia mediterranea:  l’erica, il corbezzolo ed il lentisco. Oltre la radura, una scala rustica, realizzata dai volontari della Pro Loco ci Panza, consente di superare il dislivello in  modo agevole, per arrivare alla costa e al mare. La risalita sarà accompagnata dalle essenze e dai colori delle piante che crescono nella baia e ci porterà verso la punta del Monte di panza, da dove l’occhio si perde nell’immensità del mare. Un belvedere che invita alla meditazione finalizzata al riequilibrio psico – fisco. Durante il percorso, proprio dinnanzi all'immensità dello scenario, Jayadeva del Centro Yoga "il germoglio", proporrà un'esperienza di Pranayama per acquistare consapevolezza del proprio respiro, alcuni minuti di meditazione per utilizzare la profonda energia di questo gioiello naturalistico ed alcune "asana" (posizioni yoga) per recuperare il proprio equilibrio psico-fisico. Oltre alla tipica vegetazione costiera è di particolare interesse naturalistico la presenza dell’orchidea serapide.
Ritornando indietro fino ad un certo punto attraverso una stradina arriviamo ad un belvedere   che da sulla baia di Sorgeto. Dopo una serie di osservazioni geologico/naturalistiche sulla zona si scenderà in fondo per parlare del fenomeno dell’acqua calda tipica della zona ed assaporane gli effetti benefici. Escursione interessante dal punto di vista storico –  naturalistico,  ma soprattutto da quello emozionale.


Partecipanti

  • Gravatar Massimo Pilato
  • Gravatar Oliviero Arturo

Tickets cart

Il carrello vuoto.

Calendario Tradizioni

Eventi ad Ischia

Prossimi Eventi Tradizionali

­